Abrogata la circolare “Guéant” che limitava l’accesso al mercato del lavoro francese agli studenti stranieri

 
Un anno dopo la pubblicazione della circolare “Guéant” che limitava la possibilità per gli studenti stranieri di lavorare in Francia, il nuovo governo francese ha annunciato la sua abrogazione.


L’abrogazione è stata ufficializzata congiuntamente da tre Ministri: il Ministro dell’Interno, Manuel Valls, il Ministro del Lavoro, Michel Sapin ed il Ministro dell’Università e della Ricerca, Geneviève Fioraso. Quest’ultima ha dichiarato che tale abrogazione “era una priorità per la ricerca e l’economia [della Francia], ma era in primo luogo una necessità umana per rimanere fedeli ai valori francesi dell'accoglienza e dell’integrazione”.
 
Una nuova circolare è in corso di elaborazione e, secondo il Ministro Fioraso, dovrebbe “facilitare la vita [dei laureati stranieri in Francia] e permetter loro di lavorare in buone condizioni. Nel suo comunicato, il Ministro aggiunge che “nell’era dell’economia della conoscenza e della circolazione internazionale, bisogna più che mai saper attirare i talenti e non penalizzarli con costrizioni amministrative e discriminatorie”.

Ricorda inoltre che “il 40% dei dottorandi [in Francia] è di origine straniera e contribuisce al dinamismo e all’influenza [del paese] nel mondo” aggiungendo che “questo nuovo testo permetterà di restaurare l’immagine della Francia nel mondo e di rinforzare l’attrattività del [suo] sistema universitario e di ricerca”. Infine conclude dichiarando di volere in tal modo “ristabilire il dialogo indispensabile e la fiducia con le università, le grandes écoles, gli studenti, i dottorandi ed i ricercatori di tutte le nazionalità”.