La cotutela internazionale della tesi permette di svolgere contemporaneamente il dottorato in due paesi con una sola iscrizione e di ottenere un titolo doppio o congiunto.

Cos’è?

Il dottorando deve effettuare le sue ricerche in entrambi i paesi di cotutela secondo le modalità stabilite per convenzione, sotto la supervisione del direttore di tesi di ogni paese.

Quale diploma si ottiene?

Un diploma di dottorato rilasciato congiuntamente o due diplomi di dottorato di ciascuna delle due università. In entrambi i casi, la tesi è discussa in un solo istituto.

Come si attiva la cotutela?

Compilare una domanda di ammissione al dottorato di ricerca in ciascuno dei due istituti.

Stipula di una convenzione di cotutela in duplice copia firmate dai due direttori.

Iscrizione amministrativa in entrambe le università: una convenzione prevede l’esonero del pagamento delle tasse di una delle due istituzioni e specifica le condizioni della copertura assicurativa che viene garantita allo studente in ciascun paese.

La cotutela deve essere attivata dall’inizio del dottorato (dal primo anno) e non può essere fatta retroattivamente. L’iscrizione al dottorato in cotutela segue le regole d’iscrizione dell’università scelta come università d’origine.

Se l’università d’origine è un’università italiana:

Dopo aver contattato un professore che accetti di essere il futuro relatore, lo studente dovrà presentarsi al concorso di dottorato come previsto dagli atenei italiani per poi, in caso di superamento del concorso, procedere all’iscrizione al dottorato.

Se l’università d’origine è un’università francese:

Dopo aver contattato un professore che accetti di essere il futuro relatore, lo studente potrà procedere all'iscrizione al dottorato. Si prega di leggere più in basso le condizioni generali per un dottorato in Francia.

Come attivare una cotutela di tesi di dottorato?

La cotutela di tesi è una convenzione stabilita tra il dottorando e i rappresentanti delle due università. La convenzione deve essere firmata dal dottorando, dai due Rettori, dai due direttori delle scuole di dottorato, dai due direttori delle unità di ricerca e dai due relatori di tesi che abbiano accettato il progetto di ricerca e le modalità di svolgimento del dottorato (durata dei periodi di ricerca, lingua di redazione della tesi, ecc.). 
La cotutela di dottorato permette allo studente di ottenere il doppio grado di dottore dopo una discussione unica davanti a una commissione composta dai rappresentanti dei due paesi. L’iscrizione è valida per entrambe le università: le tasse d’iscrizione sono da pagare in una sola università, in modo alternato.

Condizioni generali per un dottorato in Francia

Senza concorso

Essere titolare di un diploma equipollente al Master (Laurea Magistrale)

L’iscrizione al dottorato è accettata dal Rettore, sulla proposta del direttore della scuola di dottorato, del direttore del laboratorio (o unità di ricerca) e del relatore ai quali è stato prima presentato il progetto di ricerca. 
L’iscrizione è da rinnovare ogni anno. A partire dal 4° anno, l’iscrizione è derogata (commissione).

È possibile iniziare una ricerca di dottorato senza finanziamento.

Per maggiori informazioni, si prega di consultare i link indicati in basso.

Come si svolge la tesi?

Il dottorato in cotutela prevede che lo studente svolga almeno il 30% della sua ricerca in una delle due università. La durata della preparazione della tesi deve obbligatoriamente svolgersi in ognuna delle istituzioni e non può generalmente essere inferiore al 30% del tempo totale per l’una o l’altra delle due istituzioni. 
La commissione d’esame è nominata di comune accordo tra le due università partner.
 La tesi è scritta nella lingua riconosciuta come lingua di stesura di tesi di laurea in entrambe le università contraenti; il riassunto deve essere tuttavia scritto nell'altra lingua.

Come finanziare la cotutela di tesi?

La cotutela non è automaticamente legata a una borsa di studio, ma permette di candidarsi a bandi specifici. Per esempio, il programma Vinci dell’Università italo-francese sostiene le tesi di dottorato in cotutela tra Francia e Italia. 
Sito Internet dell’Università Italo-francese

Dove devono essere pagate le tasse universitarie?

Le tasse universitarie vanno pagate all’università in cui il dottorando è fisicamente presente. Durante questo periodo lo sudente è quindi esonerato dalle tasse d’iscrizione nell’altra università. Per esempio, le tasse possono essere pagate per il primo anno nell’università italiana, per il secondo anno nell’università francese e per il terzo anno di nuovo nell’università italiana. Questo principio è però a volte reso difficile dalla differenza dei periodi coperti dalle iscrizioni tra le due università. Per esempio, in Francia, l’iscrizione è annuale, invece spesso nelle università italiane le tasse d’iscrizione vanno pagate in diverse rate (a trimestre o a semestre), ci sono quindi due o tre iscrizioni successive per uno stesso anno accademico. Quando i periodi si sovrappongono lo studente deve pagare le tasse in entrambe le università. Ovvero, uno studente che svolgesse tre mesi in Francia poi tre mesi in Italia, dovrebbe pagare l’iscrizione annuale in Francia e, al suo rientro in Italia, le tasse inerenti al periodo durante il quale è fisicamente presente. È dunque più economico svolgere un intero anno di ricerca in una e poi nell’altra università piuttosto che moltiplicare i periodi brevi.