Esistono oltre 60 tipi di borse per i dottorandi italiani che desiderino svolgere un periodo di ricerca in Francia.

Le borse del Ministero degli Affari Esteri francese
        Le borse dell’Ambasciata di Francia in Italia - Ufficio Scientifico
        Le borse dell’Ambasciata di Francia in Italia - Ufficio Culturale
        Le borse “Excellence Eiffel”

Le borse dell’Università Italo Francese (programma Vinci)
        Le borse di dottorato di ricerca in cotutela
        I contributi per la mobilità di dottorandi in cotutela

I finanziamenti del Ministero dell’Istruzione Superiore e della Ricerca francese
        I “contrats doctoraux”
        Le “Conventions Industrielles de Formation par la Recherche (CIFRE)”

Le borse europee
        Le borse “Erasmus Mundus”

Tutte le borse

Le borse del Ministero degli Affari Esteri francese

  • Le borse di ricerca dell’Ambasciata di Francia in Italia

Settori: vari (consultare l’elenco sul sito internet riportato qui di seguito)
Età massima: 30 anni 
Ammontare: 770€/mese
Durata: 12 mesi per le borse di Dottorato in cotutela - 3 mesi per le borse di mobilità di Dottorato
Termine presentazione domande: settembre
Modalità di partecipazione: compilare il modulo on-line direttamente sul sito del Ministero degli Affari Esteri italiano.
Criteri di selezione: originalità del progetto, curriculum vitae del candidato e relazioni scientifiche tra i gruppi di ricerca.
Per saperne di più: www.ambafrance-it.org

  •  Le borse di ricerca in Lingua e Cultura francese, attribuite dall’Ufficio culturale dell’Ambasciata di Francia in Italia in collaborazione con la Fondazione Primoli

Settori: Letteratura francese e francofona; Lingua francese; aspetti della Cultura francese (Storia, Letteratura, Filosofia)
Età massima: 35 anni
Ammontare: 1.060€/mese
Durata: 2 a 5 mesi
Termine presentazione domande: marzo
Modalità di partecipazione: compilare il modulo on-line direttamente sul sito del Ministero degli Affari Esteri italiano. È consigliato candidarsi dopo essersi iscritti al dottorato. 
Criteri di selezione: sarà considerato requisito preferenziale l’inserimento in un progetto di ricerca o un legame con università, centri e/o enti di ricerca.
Per saperne di più: www.ambafrance-it.org

  • Le borse “Excellence Eiffel”

Queste borse sono indirizzate a studenti stranieri le cui qualità siano riconosciute e apprezzate dagli atenei francesi che quindi si impegnano ad accoglierli per il proseguimento dei loro studi. Sebbene nell’assegnazione venga data priorità alle candidature provenienti dai paesi emergenti (nell’ordine Asia, America latina, Europa dell’Est, Medio Oriente e nuovi Stati membri dell’Unione Europea), sono prese in esame naturalmente anche le candidature che giungono dai paesi industrializzati come l’Italia.

Settori: Ingegneria-Scienze, Economia-Gestione, Diritto-Scienze politiche
Età massima: 35 anni
Ammontare: 1.400€ /mese
Durata: 10 mesi
N° di borse: 70/anno
Termine presentazione domande: gennaio
Modalità di partecipazione: i candidati vengono pre-selezionati dagli atenei francesi che inviano il dossier di candidatura a Campus France, l’ente che gestisce il programma.
Criteri di selezione: eccellenza dello studente, qualità della politica internazionale dell’ateneo francese, priorità geografiche del Ministero degli Affari Esteri.
Per saperne di più: www.campusfrance.org/fr/eiffel

Le borse dell’Università Italo Francese (programma Vinci)

L'Università Italo Francese (UIF) è una struttura binazionale il cui compito è quello di favorire e stimolare la collaborazione tra Francia e Italia sul piano dell'istruzione universitaria, della ricerca scientifica e della cultura. Lo fa, in particolare, attraverso il programma Vinci che prevede tre tipi di sostegno. Due di questi riguardano i dottorandi e sono descritti di seguito. L'altro è dedicato agli atenei che creano percorsi di studio binazionali.

  • Le borse di Dottorato di ricerca in cotutela

Settori: vari (consultare l’elenco sul sito internet riportato qui di seguito)
Ammontare: 20.000€ /anno
Durata: 3 anni
N° di borse: 3/anno
Termine presentazione domande: marzo
Modalità di partecipazione: il progetto di cotutela è presentato dai responsabili francesi e italiani. È consigliato candidarsi prima di essersi iscritti al dottorato: le modalità sono specificate nel Bando. 
Criteri di selezione: programmi e complementarietà delle due formazioni, qualificazione delle scuole di Dottorato, qualità delle strutture di ricerca. 
Per saperne di più: www.universita-italo-francese.org

  • I contributi per la mobilità di dottorandi in cotutela

Settori: tutti
Ammontare: 4.000€ o più
N° di borse: 30/anno
Termine presentazione domande: marzo
Modalità di partecipazione: moduli da inviare on-line. Lettera di conferma con la firma del Direttore di Tesi. È consigliato candidarsi durante il 1° anno di dottorato: le modalità sono specificate nel Bando. 
Criteri di selezione: eccellenza del progetto, complementarietà scientifica ed interdisciplinarietà tra i gruppi di ricercatori.
Per saperne di più: www.universita-italo-francese.org

I finanziamenti del Ministero dell’Istruzione Superiore e della Ricerca francese

  • I “contrats doctoraux”

Il contrat doctoral è un contratto a tempo determinato tra lo Stato francese ed il dottorando. Permette di usufruire di tutte le garanzie sociali di un contratto di lavoro (assicurazione malattia, ferie...). Prevede che il dottorando svolga la tesi presso un'università o un ente di ricerca pubblico, e che abbia, talvolta, anche una missione supplementare (insegnamento all’università - 64ore/anno, diffusione d’informazione scientifica, valorizzazione della ricerca e perizia in un’impresa o in un ente locale). Lo svolgimento di tali missioni prevede uno stipendio maggiore.

Settori: tutti
Ammontare mensile: 1.600€/mese lordo senza missione – 2.000€/mese lordo con una missione
Durata: 3 anni
Modalità di partecipazione: candidature presso le Ecoles Doctorales durante l'ultimo anno di studi della Laurea Magistrale. È consigliato candidarsi prima di essere iscritto al dottorato. 
Criteri di selezione: conseguire la Laurea Magistrale ed essere selezionato da una Ecole doctorale.
Per saperne di più: www.enseignementsup-recherche.gouv.fr/cid20185/doctorat.html#Le%20contrat%20doctoral

  • Le “Conventions Industrielles de Formation par la Recherche (CIFRE)”

Il dispositivo CIFRE è gestito dall’Agenzia Nazionale della Ricerca e della Tecnologia (ANRT) e mira a favorire gli scambi fra il settore pubblico e il settore privato nell’ambito della ricerca. Sovvenziona le aziende affinché reclutino un neolaureato per svolgere una Tesi di Dottorato nell’ambito di un contratto a tempo determinato o indeterminato. Il dottorando si dedica a una ricerca strategica per lo sviluppo socio-economico dell’azienda ed è inquadrato da un laboratorio di ricerca.

Settori: vari
Età massima: neolaureato
Ammontare: 23.400€/anno lordo o più
Durata: 3 anni
Modalità di partecipazione: dossier elaborato dai tre partner (azienda, dottorando, laboratorio di ricerca) da inoltrare all’ANRT.
Criteri di selezione: qualità del progetto, strategia dell’azienda, esperienza aziendale inclusa nel progetto.
Per saperne di più: www.anrt.asso.fr

Le borse europee

  • Le borse “Erasmus Mundus”

Finanziato dall’Unione Europea, il programma Erasmus Mundus sostiene Lauree Magistrali e Dottorati proposti da atenei di almeno tre diversi paesi europei e a volte anche da atenei non facenti parte dell'UE. Gli studenti che seguono tali formazioni svolgono un periodo di studio in almeno due diversi atenei, ottengono un titolo di studio doppio, multiplo o congiunto e possono usufruire di una borsa di studio.

Settori: tutti
Ammontare: 60.000€ - 130.000€ per tre anni
Durata: 3 anni
N° di borse: 750/anno
Termine presentazione domande: settembre
Modalità di partecipazione: i candidati vengono selezionati direttamente dagli atenei che istituiscono la Laurea Magistrale Erasmus Mundus.
Per saperne di più: www.erasmusmundus.it

Tutte le borse

Esistono oltre 60 tipi di borse per i dottorandi italiani che desiderino svolgere un periodo di ricerca in Francia. Queste borse sono presentate su Campus Bourses: