Domande frequenti

 
Alloggio (1)

Generalmente, è compito dello studente trovarsi un alloggio, che non è fornito dall’Università.

Ricordiamo in ogni caso che esistono agevolazioni per l’alloggio (Aiuti per l’Alloggio dello Studente o ALE) di cui possono teoricamente beneficiare tutti gli studenti iscritti in una università francese.

Per qualsiasi informazione, visitare il sito del Centre National des Œuvres Universitaires et Scolaires (CNOUS-CROUS).

Per l'eccellenza del suo sistema educativo: titoli di alto livello riconosciuti a livello internazionale, un reticolo eccezionale di centinaia di istituti di insegnamento superiore e di centri di ricerca di fama internazionale sono a vostra disposizione.

La Francia concede ogni anno all'istruzione quasi il 20% del suo bilancio nazionale! Questo sostegno è pari a 10 mila euro l'anno a studente.

L'insegnamento superiore francese non fa distinzioni tra studenti francesi e studenti stranieri. Per il suo «savoir faire» scientifico, industriale ed economico: la Francia è all'origine di grandi successi tecnologici e industriali tra cui il treno ad alta velocità (TGV) , la smart card, il razzo Ariane..

La Francia è inoltre la quarta potenza economica mondiale e possiede gruppi industriali di rilevanza internazionale: Renault, Michelin, l'Oréal, Total, Orange, ou Carrefour... senza contare le piccole e medie imprese.

-  Per la qualità di vita: una rete di trasporto pubblico competitivo, un sistema sanitario moderno e  accessibile ad un costo basso, una vita quotidiana tranquilla e sicura.

- Per la sua cultura e il suo stile di vita grazie ad un patrimonio culturale tra i più prestigiosi del mondo ed una vita quotidiana dinamica: festival, teatro, moda, gastronomia. Ogni anno la Francia realizza tra i 120 e i 150 film. A Parigi si concentra il maggior numero di cinema al mondo

- Per la sua lingua: il francese è la lingua ufficiale di quasi 200 milioni di persone ed è allo stesso tempo la sola lingua insieme alll'inglese ad essere parlata in tutti e 5 i continenti. Vi offrirà un accesso privilegiato in più di 47 paesi al mondo.

L'agenzia Campus France è l'agenzia nazionale per la promozione dell'istruzione superiore  francese, non concede direttamente borse agli studenti stranieri.

Esiste una grande varietà di borse disponibili che si differenziano in base a:

  • organismo finanziario  (Governo francese, fondazione, impresa ecc.)
  • pubblico target  (studenti di dottorato, di magistrale ecc.)
  • nazionalità del beneficiario
  • importo della borsa
  • la durata della borsa
  • (…)

Per tutte le informazioni sulle borse vi consigliamo di consultare il nostro strumento CampusBourses: un catalogo di borse online molto completo cliccando qui.

Riguardo le borse di studio da parte del governo francese:

L'Ambasciata di Francia in Italia propone due tipi di borse:

  • Le borse di ricerca scientifica, attribuite dall’Ufficio per la Scienza e la Tecnologia;
  • Le borse di ricerca in Lingua e Cultura francese, attribuite dall’Ufficio culturale in collaborazione con la Fondazione Primoli.

Queste borse sono indirizzate a dottorandi e giovanni ricercatori. Le candidature si fanno online, compilando un modulo sul sito del Ministero degli Affari Esteri. Saperne di più cliccando qui

Riguardo le borse di studio da parte dell'Università italo-francese: 

L'Università italo-francese offre due tipi di sostegno per i dottorandi in cotutela: 

  • Le borse di Dottorato di ricerca in cotutela che coprono l'intera durata del Dottorato (3 anni); 
  • I contributi per la mobilità di dottorandi in cotutela per svolgere qualche mese di ricerca in Francia. 

Le candidature si fanno direttamente presso l'UIF, generalmente prima di marzo. Più informazioni qui

Il costo degli studi in Francia non è elevato visto che è lo Stato ad assumersi una parte consistente delle spese scolastiche ed universitarie dello studente.

Per esempio l'iscrizione in un'università pubblica costa tra i 184 e i 610 euro l'anno a seconda del ciclo di studi; il prezzo di un pasto in un ristorante universitario è di 3 euro.

Le spese potrebbero essere maggiori in altri casi (iscrizione ad un istituto privato, Sciences-Po Paris, etc..).

In caso di progetto Erasmus, non ci saranno cambiamenti rispetto alla procedura normale di iscrizione alla propria Università.

È importante sottolineare che gli studenti stranieri vengono trattati a pari livello degli studenti francesi e che questi prezzi possono essere sensibilmente più elevati negli istituti privati.

ECTS (1)

Grazie all'armonizzazione dei sistemi universitari europei avviata con la dichiarazione di Bologna (1999), i principali titoli di studio italiani e francesi sono diventati equivalenti.

Il processo di Bologna ha lo scopo di introdurre un sistema di titoli accademici facilmente riconoscibili e comparabili e di promuovere la mobilità degli studenti, degli insegnanti e dei ricercatori.

Saperne di più cliccando qui.

Grazie all'armonizzazione dei sistemi universitari europei avviata con la dichiarazione di Bologna (1999), i principali titoli di studio italiani e francesi sono diventati equivalenti.

Il processo di Bologna ha lo scopo di introdurre un sistema di titoli accademici facilmente riconoscibili e comparabili e di promuovere la mobilità degli studenti, degli insegnanti e dei ricercatori.

Saperne di più cliccando qui.

Parlare francese vi permetterà di godere pienamente del vostro soggiorno e di adattarvi al meglio alla vita francese. Se siete carenti in francese, è possibile seguire dei corsi in Francia o in Italia.

Per saperne di più:

- imparare il francese in Francia
- imparare il francese in Italia

  • Se siete cittadini europei:

Per iscrivervi al primo anno d'insegnamento superiore in Francia, dovrete procedere con la pre-iscrizione sul portale Admission Post-Bac tra il 20 gennaio e il 20 marzo dell'anno scolastico precedente.

  •  Se siete cittadini extraeuropei:

- Per un'iscrizione al primo anno d'università, dovrete fare una Demande d'Admission Préalable riempiendo un « dossier blanc » da rigirare all'Ambasciata di Francia tra il 15 Novembre e il 22 Dicembre dell'anno scolastico precedente.

- Se state preparando o siete già in possesso del titolo Esabac, dovrete seguire le procedure sul portale Admission Post-Bac.

- Se vi candidate per una formazione selettiva (BTS, CPGE, ecc.), dovrete seguire la procedura su Admission Post-Bac.

Lavoro (1)

Ogni studente straniero ha il diritto di lavorare part-time dal momento in cui è iscritto in un istituto che concede il diritto alla Previdenza Sociale dello studente. Questo diritto concerne tutti gli studenti, ivi compresi quelli che arrivano in Francia per la prima volta o quelli iscritti al primo anno.

Salute (1)

Il servizio sanitario francese è considerato uno dei migliori al mondo. La Previdenza Sociale rimborsa tutto o una parte delle spese mediche dei suoi assicurati.

Per gli studenti sotto i 28 anni, l'iscrizione alla Previdenza Sociale è automatica a partire dall'iscrizione in uno degli istituti di insegnamento superiore autorizzati. 

Stage (1)

Per effettuare uno stage bisogna essere iscritto presso un istituto d’insegnamento superiore per poter ottenere una convenzione.

Per avere maggiori informazioni consultare la “Guide des stages” del Ministère de l’Enseignement Supérieur et de la Recherche.

Il programma Leonardo aiuta gli studenti che vogliono fare un tirocinio durante gli anni di studi nell’Unione Europea.

Potete anche consultare il sito della Camera di Commercio Italiana per la Francia. Le offerte di stage si trovano nella rubrica Commerciale / Offerte e domande di lavoro.

Studi (1)

Il costo degli studi in Francia non è elevato visto che è lo Stato ad assumersi una parte consistente delle spese scolastiche ed universitarie dello studente.

Per esempio l'iscrizione in un'università pubblica costa tra i 184 e i 610 euro l'anno a seconda del ciclo di studi; il prezzo di un pasto in un ristorante universitario è di 3 euro.

Le spese potrebbero essere maggiori in altri casi (iscrizione ad un istituto privato, Sciences-Po Paris, etc..).

In caso di progetto Erasmus, non ci saranno cambiamenti rispetto alla procedura normale di iscrizione alla propria Università.

È importante sottolineare che gli studenti stranieri vengono trattati a pari livello degli studenti francesi e che questi prezzi possono essere sensibilmente più elevati negli istituti privati.

Visti (2)

Ad eccezione dei cittadini appartenenti ai paesi dell’Unione Europea o assimilati, nel caso di studi di durata superiore ai 3 mesi (in un contesto di scambio universitario, quale progetto Erasmus, e non) serve un visto a lungo termine per entrare in Francia.

I richiedenti del visto devono prendere un appuntamento e presentarsi di persona al Consolato obbligatoriamente muniti dei documenti sottoelencati e di una fotocopia degli stessi.

  • Duplice copia del modulo per la richiesta di visto a lungo termine compilata in ogni sua parte che dovrà essere necessariamente firmata dal richiedente presso il consolato;
  • Il modulo “domanda di certificazione OFII. Compilato solo nella prima parte: “parte da compilare al momento di richiesta visto”;
  • Il passaporto e il permesso di soggiorno italiano in corso di validità. I richiedenti di visto dovranno assicurarsi che la scadenza del passaporto copra la scadenza del soggiorno richiesto più 3 mesi;
  • La copia originale della pre-iscrizione all’Università o all’istituto superiore che si desidera frequentare in Francia (con una prova di pagamento delle spese), o il giustificativo di assunzione da parte dell’istituto ospitante o universitario (nel caso di specializzandi in medicina);
  • Le certificazioni universitarie ottenute e/o i bollettini scolastici e la copia originale di tutte le attestazioni o ricevute di voti ottenute successivamente all’esame di Stato conclusivo del corso di studio di istruzione secondaria superiore, fino all’anno in corso;
  • I giustificativi delle risorse per la durata del soggiorno previsto(estratti dei conti bancari degli ultimi 6 mesi, giustificativi di borse ottenute, etc…);
  • Per gli stagisti, la convenzione di stage (firmata in tutte le sue parti) o l’accordo della Direction Départementale du Travail in Francia;
  • 2 fototessere, senza cappello, su fondo uniforme ( bianco – grigiochiaro);
  • 99.00 euro in contanti non rimborsabili.

Per maggiori informazioni visitare la pagina del servizio consolare.

Corsi di francese in Francia: serve un visto per studenti?

Essendo recentemente cambiati i criteri accademici per la concessione di visto, recarsi in Francia per seguire un corso di lingua e cultura francese non costituisce più motivo sufficiente per ottenere un visto per studenti. Solo coloro che si recano in Francia per seguire un programma universitario e che sono già in possesso di un diploma d’insegnamento superiore, nel caso di uno scambio o a titolo individuale, possono ottenere un visto per studenti.

Vorrei passare qualche mese in Francia “alla pari”

Esiste un visto particolare, il visto “Stagiaire – aide familiale” che corrisponde allo status “alla pari”

Attenzione: bisogna compilare alcune condizioni specifiche per poterlo ottenere:

  • Uno stagista - aiuto familiare è ospitato in una famiglia francese e segue dei corsi di perfezionamento linguistico accrescendo la propria cultura generale per una migliore conoscenza del paese in cui soggiorna. Sarà quindi richiesta l’iscrizione o la pre-iscrizione ad un istituto universitario. È generalmente richiesto un minimo di 10 ore settimanali di corso.
  • L’età del richiedente deve essere compresa tra i 18 e i 30 anni.
  • Deve essere presentato un contratto di “sistemazione” tra lo stagista e la famiglia ospite. Dovrà obbligatoriamente aver ricevuto un visto in Francia da parte della Direction Départementale pour le Travail, l’Emploi et la Formation Professionnelle (DDTEFP).

I cittadini di un paese extra UE che vogliono compiere i loro studi in Francia devono procurarsi un visto di lungo soggiorno « studente » rilasciato dal consolato di Francia.

Per vivere in Francia, è consigliabile disporre di un budget mensile tra i 600 e gli 800 euro per  coprire le spese di vitto, alloggio e trasporto. È da intendere che questa somma può variare secondo il luogo di soggiorno e il tipo di residenza dello studente.