Trovare un alloggio

Étudiants

Esistono numerose possibilità di alloggio per gli studenti, ma non è sempre facile trovare una stanza nelle grande città francesi. Prima di iniziare la ricerca, dovrai capire quali sono le tue esigenze, in base alle possibilità finanziarie, alla durata del soggiorno e al tipo di studio, per orientarti verso il tipo d’alloggio più idoneo alle tue necessità.

Residenze universitarie pubbliche

I CROUS (Centri Regionali delle Opere Universitarie e Scolari – Centres Régionaux des Œuvres Universitaires et Scolaires) gestiscono le residenze universitarie che sono collocate nei campus o in città.

Le residenze CROUS sono senz’altro la formula più economica: i canoni mensili sono compresi tra i 120 € per una camera singola e i 350€ per un monolocale. Purtroppo queste abitazioni sono poco numerose e generalmente vengono assegnate agli studenti titolari di una borsa di studio erogata dal governo francese. 


Diverse università hanno peraltro stipulato accordi con i CROUS, che consentono loro di prenotare alcune camere per gli studenti stranieri che partecipano a programmi di scambio o di cooperazione. Informati presso il tuo istituto o l’ente che eroga la borsa di studio. 
Diversamente, per beneficiare di una stanza, devi costituire un dossier "logement international" e mandarlo tra il 15 gennaio e il 31 maggio dell'anno universitario precedente all'arrivo.

C'è un CROUS per accademia e ognuno funziona al suo modo e dispone del proprio sito internet. Assicurati di rivolgerti al CROUS dell'accademia con cui l'istituto nel quale sei iscritto è convenzionato.

Residenze studentesche private

Les Grandes Ecoles e alcune istituzioni private dispongono di proprie residenze situate nel Campus stesso. Queste istituzioni cercano di prenotare l'alloggio per gli studenti internazionali che ospitano.

Le residenze private per studenti sono disponibili sia nelle città che nelle università. Gli affitti per una stanza o un monolocale sono più elevati rispetto a quelli proposti dal CROUS perché offrono un alto livello di comfort e sono in grado di offrire diversi servizi (accoglienza, citofono, salone, caffetteria, lavanderia automatica, pulizia, garage...). Queste residenze sono spesso situate nei pressi del campus.

Affitto nel settore privato

Questa opzione rappresenta la soluzione che offre maggiore indipendenza, poiché permette di scegliere il luogo e il tipo di alloggio e di godere dell’intrattenimento del centro città.

Per l’affitto di un alloggio, lo studente tratta direttamente con il privato o tramite agenzie immobiliari. Se si affitta attraverso un'agenzia immobiliare, è necessario pagare una tassa per un importo pari a poco meno di un mese d’affitto. Gli alloggi possono essere affittati vuoti o arredati. 

Di solito il contratto di locazione ha validità di un anno. È possibile rescindere il contratto prima della data di scadenza, con un prevviso di tre mesi per un alloggio vuoto o di un mese per un appartamento arredato.

Per ridurre le spese, puoi anche scegliere la "colocation" che consiste nel condividere un appartamento o una casa con altri studenti. È spesso più conveniente che affittare individualmente e può facilitare l'incontro con altri studenti francesi e internazionali.

Vari siti internet permettono di trovare annunci: le bon coin, la carte des colocs, appartager, e anche tanti gruppi sulle reti sociali!

 

Alloggiare dal privato

Ideale per praticare il francese, la modalità di alloggio presso una famiglia che ti accoglie è una soluzione pratica ed economica. Nella maggior parte dei casi si tratta di una camera privata in una casa o in un appartamento.

Alcune famiglie di accoglienza, propongono un alloggio studenti in cambio di servizi. L’affitto è modesto, perfino gratuito. Per beneficiarne bisogna assolvere un certo numero di mansioni (lavori domestici, baby sitting etc.).

Organizzato da alcune associazioni, l’affitto studenti intergenerazionale ti dà la possibilità di affittare una stanza presso l’abitazione di una persona anziana, ad un prezzo modico. In cambio bisogna tener compagnia al padrone di casa per qualche ora alla settimana.

 

COME TROVARE IL PROPRIO ALLOGGIO STUDENTI ?

  • Non aspettare di essere in Francia per cominciare la ricerca. Fai delle richieste a distanza, che sia per ottenere una camera presso una residenza CROUS, in un foyer o presso una residenza privata.

  • In generale sii sempre vigile e verifica la serietà dell’organismo che ti propone un alloggio studenti. Non inviare mai del denaro a distanza senza aver firmato un contratto di locazione e aver avuto degli scambi con l’ente.

  • Per cominciare, non esitare a prenotare una sistemazione per un breve periodo. In questo modo potrai familiarizzare con il nuovo ambiente e ricercare il tuo alloggio definitivo direttamente sul posto.

  • Qualche volta è difficile trovare un alloggio, soprattutto a Parigi. Moltiplica le domande di un alloggio per studenti per aumentare le possibilità di trovarne uno rapidamente.

  • Privilegia gli alloggi per studenti ammobiliati. In questo modo, le spese e i vincoli legati al trasloco in una camera o in un appartamento, saranno economizzati, soprattutto se si resta in Francia per un breve periodo.

 

Non ti fidare degli affitti troppo bassi. A Parigi, si va da un minimo di 400 euro per un alloggio studenti nella Cité Universitaire fino a 800 euro per un alloggio privato. Nelle altre città, i prezzi sono in media dimezzati.

COME OTTENERE UN GARANTE ?

Il garante è colui che garantisce per te, impegnandosi a pagare per te nel caso in cui tu non abbia il denaro necessario. In Francia, è praticamente sempre richiesto un garante a chi ha intenzione di affittare un appartamento, che tu sia straniero o francese.

Il tuo garante deve essere francese. Se non ne hai, esistono delle altre possibilità, grazie al dispositivo VISALE, cioè una cauzione locativa gratuita, se si affitta un appartamento o una camera in una residenza universitaria.

 

Image
VISALE
Image
Benvenuto a casa tua

HAI TROVATO IL TUO ALLOGGIO PER STUDENTI

La tua domanda è stata accettata. Prima di recuperare le chiavi e fare un inventario dell’alloggio, bisogna firmare il contratto d’affitto. Prima della firma è spesso richiesto il versamento di una cauzione. Generalmente corrisponde ad un mese d’affitto. Ti sarà restituito dopo aver lasciato l’alloggio; possono essere detratte le spese legate allo stato dell’alloggio.

Prima di trasferirsi, bisogna assolutamente sottoscrivere un’assicurazione sulla casa e lo si può fare anche online. Se il gas e l’elettricità sono a tuo carico, bisogna contattare un operatore per sottoscrivere un contratto.

Il sostegno finanziario all'alloggio

Gli studenti stranieri come quelli francesi possono ottenere aiuti finanziari per l’alloggio, sostegno creato per ovviare al costo elevato dell’affitto in Francia.

Tale aiuto è calcolato in base al canone di locazione e alle risorse dello studente: l’assegnazione non è automatica e l'importo è calcolato caso per caso.

Per usufruire di tale aiuto, assicurarsi di avere i seguenti requisiti:

  • Disporre del contratto di affitto, indicare l’indirizzo dell'appartamento e l’importo del canone
  • Essere effettivamente iscritto alla Sécurité sociale
  • Essere titolare di un conto bancario in Francia in quanto l’assegno è versato mensilmente al beneficiario.

In caso di condivisione di un appartamento, ogni coinquilino può ricevere un sostegno a patto che il suo nome appaia nel contratto d’affitto. Ognuno dovrà allora presentare la propria richiesta. Le coppie invece presentano una domanda unica. 

La richiesta d’aiuto si compila direttamente sul sito della "Caisses d'Allocations Familiales" (CAF), entro tre mesi dall’arrivo nell’abitazione.

PICCOLO VOCABOLARIO PER L’ALLOGGIO STUDENTI

Contrat de location, ou bail: documento contrattuale che stabilisce le responsabilità del locatario e del locatore;

Caution solidaire ou garant: persona fisica o morale che si impegna a pagare l’affitto in caso di mancanza dell’affittuario;

Dépôt de garantie: importo domandato per coprire eventuali danni. La somma sarà restituita alla partenza, sotto condizione;

Quittance de loyer: ricevuta di pagamento nella quale figurano i dettagli delle somme versate dall’affittuario. L’affitto e le altre spese devono essere distinti.

Assurance habitation: contratto di assicurazione che assicura la tua responsabilità civile e copre le spese in caso di incendio, furto o danni causati dall’acqua;

Caisse d’allocations familiales (CAF): organismo pubblico che può versare allo studente un contributo per il pagamento dell’affitto;

Taxe d’habitation: imposta pagata dall’inquilino che occupa l’alloggio al primo gennaio dell’anno di imposta. L’importo varia in base alla situazione dell’appartamento e alla sua superficie.

Le préavis: periodo che l’inquilino deve rispettare prima di lasciare l’alloggio. Si va da un minimo di un mese per un alloggio ammobiliato ad un massimo di tre per un alloggio vuoto, eccezion fatta per le grandi agglomerazioni.